II “Campanone’ di Bartolomeo Pesenti (1655)

campanone - torre.jpgLa splendida campana maggiore della torre civica è opera del veronese Bartolomeo Pesenti, appartente ad una famiglia originaria di Bergamo. Nel 1650 la rottura di due campane della torre aveva imposto il reintegro del “concerto”: l’anno seguente Pesenti venne scelto per realizzare entrambi i bronzi. La fusione della campana maggiore andò purtroppo incontro a ripetute traversie; il primo tentativo, nel 1652, si concluse con lo scoppio della forma malamente seccata. Segui una seconda fusione nel 1653, ma a soli sei mesi dalla sistemazione sulla torre e dall’inizio del suo impiego la nuova campana si ruppe. La terza e ultima fusione ebbe luogo nel 1656; poiché però la forma era pronta già l’anno precedente, sul bronzo compare la data 1655. La campana, benedetta nel 1658 dal vescovo Gregorio Barbarigo è giunta sino ai nostri giorni con il suo splendido corredo ornamentale.  Leggi l’intera storia qui allegata : Il Campanone- storia.docx

II “Campanone’ di Bartolomeo Pesenti (1655)ultima modifica: 2012-08-23T09:52:00+02:00da amicimura1a
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *