Qualcosa non va…

Partono i lavori… partono i lavori … partono i lavori.. e questa volta non di semplice “manutenzione” bensì di “restauro”!! Non poche volte gli annunci su tutta la stampa locale sono stati dati ma il Baluardo Valverde, imperterrito, resta nella sua pluriennale veste verde, sicuramente tanto apprezzata da turisti, cittadini e Unesco…
Ormai si sa che “a primavera fioriscono le Mura Veneziane”… e i suoi pericoli di crollo!
schifo - 180425 bal valverde 1 schifo - 180425 bal valverde 2
schifo - 180425 bal valverde 3 schifo - 180425 bal valverde 4
E sicuramente tutti sapranno riconoscere le cortine qui sotto riprese… sono sotto gli occhi di tutti e migliaia di persone vi transitano a fianco giornalmente…schifo - cortina di porta s_alessandro 1
per chi non le avesse riconosciute, ecco qui l’altra faccia… quella pulita!

 
 


e, per finire, ecco alcuni angoli molto “accattivanti” di angoli limitrofi…
schifo - porta san lorenzo 2 schifo - via alla porta di s-lorenzo3

Lavori sulle Mura VENEZIANE

180331 mura - mirabella - orobicaL’Università chiede “una proroga per i lavori“, si, ma quali “lavori” sulle Mura? Abbiamo ad oggi assistito, a volte attoniti, al “restauro” di parapetti e viadotti che, seppur storici, non sono parte delle originali Mura Veneziane! Sono di proprietà del Comune e ancora una volta sulla stampa cittadina si deve assistere a questa confusione. Fino ad oggi gli unici lavori sulle Mura sono stati di sola “manutenzione” grazie ai Volontari di OrobicAmbiente, importantissimi e peraltro notevolmente sottostimati da questa Amministrazione. L’unico lavoro, ma di “preparazione” al restauro, è finora consistito nell’abbattimento di alcune piante sul ciglio del Baluardo Sforza Pallavicino dovuto non, come dovrebbe, all’attenzione del Comune o del Demanio, ma alle proteste del proprietario confinante. Altro che proroga… la famosa “mappatura” con tanto di “Rilievo materico e degrado” dell’intero perimetro (che in verità avrebbe dovuto essere parte del dossier Unesco) attenderà le calende greche!

Lato B da “riscoprire”!?!

Tante volte segnalato (14/5/2009 – 27/10/2011 – 1/12/2015 – 29/12/2015) dagli “Amici delle Mura” il “lato B” resta ancora dimenticato e perfino a rischio di gravi danni; il lato nord-ovest non è stato compreso nella convenzione con i Volontari per la pulizia del perimetro e, grazie ad una scellerata recente decisione, resta ancora proprietà del Demanio il quale non si è MAI interessato alle Mura di Bergamo e MAI si interesserà dati i ben più gravi problemi di salvaguardia del patrimonio storico nazionale.
N.B. solo nel 2008 sono arrivati dei fondi per il restauro ma solo per l’insistenza di alcuni parlamentari bergamaschi e non certo per iniziativa della Soprintendenza.

161127 mura lato b - eco

Un appello ai cittadini

Un appello a tutti i Bergamaschi è stato recentemente pubblicato su InfoSostenibile, il mensile distribuito gratuitamente in città, dall’Associazione OrobicAmbiente per la raccolta di fondi necessari a sovvenzionare le pure spese di attrezzeria necessaria alla manutenzione delle Mura. A tale appello si uniscono gli “Amici delle Mura“, da sempre vicini a questa benemerita Associazione di Volontari.160402 Le mura veneziane _ infoSOStenibile

è complicato anche offrire servigi gratuiti alla città

160120 pulizia mura -corsera - OA

Finalmente, dopo i tanti annunci, grazie sempre alla perseveranza dei Volontari, riprendono i lavori di “disboscamento” di parte delle “Opere Veneziane di difesa tra il 15° e 17° secolo”, dai quali, ricordiamocelo, sarà comunque esclusa almeno la parte nord occidentale, la peggiore…

Una gran bella domanda…

150505 pulizia forte s-marcoAh! già, c’è anche il Forte di San Marco… Non solo, da anni, vengono richiesti piani di manutenzione del nostro maggior monumento, ma ora è arrivato il momento che, se vorremo fregiarci di Patrimonio dell’Umanità, dovremo preparare un “Piano di Gestione” nostro che confluirà in quello più ampio del sito seriale. Ma perchè non si è voluto coinvolgere un gruppo di “veri esperti” (e in città non mancano) come si fece negli anni ’70 quando ebbe luce il libro “Le Mura di Bergamo” dell’allora Azienda Autonoma per il Turismo, che rimane tuttora l’opera fondamentale sull’argomento??

Verona. Come altre città valorizzano le loro Mura.

Il restauro conservativo del Parco delle Mura: modalità d’intervento.

Il progetto del parco delle mura si riferisce al tratto della cinta difensiva compresa tra i fornici di via del Fante e la rondella di Santa Toscana. Il presupposto fondamentale alle scelte di progetto, è la consapevolezza di agire su parte di un sistema unitario di architettura e paesaggio che costituisce l’insieme delle fortificazioni veronesi, unico per bellezza e testimonianze storiche. Gli interventi e le proposte progettuali sono volte a conservare e valorizzare tale patrimonio permettendone la piena accessibilità e consentendo, in un eventuale futuro, di inserirsi all’interno di un parco delle mura inteso in un’accezione più ampia ovvero relativo a tutto il patrimonio del sistema difensivo veronese. Continua a leggere

La “spiaggia fossile” e la Montagnetta

Non esiste Bergamasco che non conosca la “Montagnetta” anche se ne ignora la composizione e la storia; ma la “spiaggia fossile” ? quella no, non è così conosciuta e così una cosa importante, una fetta della storia della città rischia di sparire nell’ndifferenza. Ma gli esperti, che hanno trattato la geologia della città in funzione dell’Unesco, hanno pensato di fare una segnalazione? Ma il direttore dell’Università si rende conto di che danno stanno facendo i suoi lavori e veramente non poteva fare diversamente?? E la soprintendenza ????150413 spiaggia di bg - Grassi