Personaggi storici bergamaschi: Gabriele Tadino

tadino,personaggi-storiciGabriele Tadino (Martinengo, 1475 – Venezia, 4 giugno 1543) fu militare e ingegnere. Si arruolò nell’esercito della Repubblica di Venezia dopo aver completato gli studi nel campo delle scienze e difese militari. Nel 1513 ricevette l’incarico delle fortificazioni di Crema; nel 1522 contribuì alla difesa di Rodi contro i Turchi.  Nel 1529 fu nominato generale dell’artiglieria imperiale per la difesa di Vienna. Verrà sepolto a Venezia nella chiesa dei Santi Giovanni e Paolo dove, in quegli stessi anni, si stava erigendo per decreto del Consiglio dei Dieci, il monumento equestre ad un altro martinenghese importante: Bartolomeo Colleoni che il Tadino non conobbe essendo nato lo stesso anno della morte di questo. Tadino è stato, forse, il più importante tra i cittadini di Martinengo. Era nato nel 1475 da Michele, medico condotto proveniente da Caravaggio e medico della famiglia Colleoni. Gabriele fu avviato agli studi matematici e militari, partecipando come aiutante tecnico alla costruzione delle Mura di Bergamo. Ebbe una vita lunga, piena di pericoli e di soddisfazioni, divenne Priore di Barletta per i meriti acquisiti nella difesa di Rodi dall’assedio dei turchi di Solimano il Magnifico ed anche per questo fu assunto da Carlo V d’Asburgo, Imperatore, come consigliere militare per le difese fortificate e per le artiglierie (suoi i progetti delle mura di Pamplona, Genova e Saragozza, sua la scoperta di uno strumento di auscultazione atto alla individuazione dei nemici assedianti) . Un suo famoso ritratto, eseguito da Tiziano Vecellio (ora conservato presso la Cassa di Risparmio di Ferrara), lo ha immortalato per sempre con la sua veste nera di nobile Gerosolimitano mancante dell’occhio destro, perso in una delle numerose battaglie cui partecipò direttamente per la difesa di Rodi e di Creta dove alcuni bastioni ancor oggi hanno mantenuto il nome di “bastione Martinengo”.
I suoi studi furono oggetto di interesse da parte dello scienziato fiorentino Galileo Galilei e del grande matematico Niccolò Tartaglia, che fu anche suo amico personale. Martinengo gli ha dedicato la sua via principale.

Personaggi storici bergamaschi: Gabriele Tadinoultima modifica: 2013-02-09T19:45:00+00:00da amicimura1a
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *