Perimetro e altezza delle MURA

L’interesse mostrato da diversi cittadini per le dimensioni del nostro maggior monumento cittadino, spingono ad una rivisitazione della reltiva letteratura esistente :

La fortezza è tutta situata sopra colli et monticelli sotto diversi nomi come saranno nominati nel descriverla; lontana da Adda, fiumme del Stato milanese, milia XII et è fra due fiummi Serio et Brembo discosti per tre in quatro milia; la muraglia nova, compresi li boluardi et forte, è in tutto di circonferenza di passa 3.058, beluardi n. 4, cavalieri 5, piatteforme doi, oltra il Colle Aperto et il forte predetto, con quatro porte le quali continuamente il giorno stanno aperte; la circonferenza di cadauno de quali, et così la longezza et largezza delle piatte forme, cavalieri et cortine, non si descrive poiché col disegno et compasso con facilità et brevità si potrà havere tutte le distanze, ma l’altezza della muraglia dal cordon fin al piano della fossa è di passa n. sei” (1 passo = 1,739 m; quindi una altezza media originale al cordolo – o redondone – di circa 10,5 metri).

Molto interessante… Questa la parte iniziale della relazione scritta dal Capitano veneto Giovanni da Lezze nel 1596 (circa otto anni dopo la chiusura del perimetro – ma non dei lavori).  Certamente a quei tempi la fossa si presentava ben diversa e sgombra da ogni costruzione ed è oggi, in molte parti, resa irriconoscibile (lato ovest del baluardo S.Giovanni, baluardo S.Alessandro, baluardo S.Vigilio, cortina di Porta del Soccorso, dove la fossa, che era  baluardo castagneta.jpgscavalcata da un ponte levatoio, è scomparsa, ecc. solo per citare i casi più eclatanti).  Certo non esisteva l’attuale parapetto in pietra (resosi necessario solo dopo la frequentazione di civili) ma alle spalle del bordo superiore vi erano posti dei mucchi di sabbia atti ad attutire i colpi di artiglieria nemica (e magari anche per recuperarne i proiettili). parapetto.jpgTutte le rilevazioni in effetti erano state realizzate e riportate nel volume “Rilievi e disegni delle Mura venete” edito nel 1980 e prezioso regalo del Collegio dei Geometri di Bergamo alla città, ma la loro lettura presenta non poche difficoltà. Quelle misurazioni sono riportate nella tabella seguente e confermano come anche l’altezza media sia molto variabile da zona a zona ma comunque ragguardevole per le fortificazioni dell’epoca. Sono sicuramente maturi i tempi per un rilievo tridimensionale in elettronico del perimetro per permetterne una visualizzazione completa a volo d’uccello ed almeno una visita virtuale nelle parti ipogee. Ma ancora oggi, gravi errori sono riportati sia su Wikipedia che su recenti pubblicazioni che indicano in 50 metri (!!) l’altezza delle nostre MURA.

Perimetro e altimetria.jpg

Perimetro e altezza delle MURAultima modifica: 2013-03-12T22:13:00+01:00da amicimura1a
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *