La costruzione della Rocca

Rooca in Alvise CimaLa dedizione spontanea della città al re Giovanni di Boemia segnò la fine delle libertà comunali. Gli statuti elaborati dai più eminenti giuristi tra i quali il bergamasco Alberico da Rosciate erano in campo giuridico l’espressione del nuovo ordinamento signorile.
L’edificazione della Rocca, periferica rispetto al centro cittadino, isolata sulla sommità del colle di Sant’Eufemia, costituita da mura di enorme spessore, traduceva in termini urbanistici e architettonici l’improvvisa modifica della forma di governo.
Il colle di Sant’Eufemia era stato in età romana sede di edifici civili e religiosi, forse del “Capitolium” stesso, come sembrano documentare importanti ritrovamenti archeologici. In età medioevale doveva esistere ancora un “castellum” probabilmente ridotto a rudere e inadatto alla difesa. Era invece attiva la chiesa di Sant’Eufemia, centro dell’omonima vicinia. Antichissima, forse edificata in epoca paleocristiana sulle fondamenta di un edificio romano.
Su tali preesistenze Guglielmo di Castelbarco, vicario del re, dava inizio nel 1331 ai lavori di costruzione che si protrassero fino al 1336, quando la città era già passata alla dominazione milanese dei Visconti. Continua a leggere

La Rocca “cede”… non ci sono soldi.

150528 rocca cede - eco 150528 rocca cede -corsera Alcune considerazioni : 1) Ma l’assessore Brembilla è quello stesso che, come consigliere di minoranza, tuonava contro l’immobilismo e la possiibilità di fare “solo” manutenzioni?
2) 800.000 € per ripristinare quel rimasuglio del “Palazzo della Marchesa” (nelle schede del vecchio inventario dei Beni, S.Angelini nel 1974 ne consigliava l’abbattimento) mentre per tutte le Mura si prevedono 200.000 €?
3) Ma qualcuno sa che, come appare chiaramente nella scheda dei vincoli n° 198, tutta l’area è del Demanio? Ovviamente sì; e allora qualcuno ha fatto una “corretta” segnalazione al proprietario? Ma tanto la Stato non interviene… e allora 4) Quando si è rifiutata la proprietà delle Mura, non si sapeva che anche lì lo Stato non sarebbe intervenuto per sistemare il lato nord fino al suo definitivo crollo??