La quinta porta delle Mura

Le quattro porte storiche, che ripetono gli allineamenti sui quattro lati della città antica fin dall’epoca romana, nacquero per il traffico quotidiano con i borghi e il territorio e tali sono rimaste.
La quinta doveva restare nascosta, da usare esclusivamente in circostanze d’emergenza per la fortezza: un luogo da agguati e sortite. La porta del Soccorso.

Se si chiede in giro dove si trovi, quasi tutti rispondono di non saperlo. Segno che anche dopo tanto tempo l’obiettivo iniziale dei costruttori si è mantenuto. Per arrivare alla porta del Soccorso è necessario raggiungere uno dei luoghi più remoti dell’alta città. Da via Cavagnis, che sale al colle di San Vigilio, si imbocca la via Sotto le mura di Sant’Alessandro: un viottolo, dominato dalla muraglia che qui si presenta quanto mai compatta e inaccessibile (il Baluardo di Castagneta è oggi l’unica parte delle Mura che il cittadino possa “toccare con mano” senza invadere proprietà private). Dimensioni a parte, le porta potrebbe sfuggire all’attenzione perché non presenta nessun elemento che la distingua. Un’apertura dai contorni ben fatti, sbarrata da un portone sempre chiuso. Niente stemmi o altro; due tagli verticali nella pietra mostrano come un tempo ci fosse il ponte levatoio per superare la fossa che difendeva in origine anche in questo tratto scosceso della collina (ai lati le aperture, sbarrate, di sortita e cannoniere). Difficile immaginare cosa ci sia al di là dei due battenti. Il segreto fu svelato anni or sono quando gli speleologi del gruppo Nottole esplorarono questo settore delle mura mentre erano impegnati nei rilievi dei sotterranei che si celano nella complessa struttura che proteggeva la città. Continua a leggere

con la primavera si riaprono al pubblico le cannoniere.. e non solo

Bergamo20Sotterranea.jpg

cannoniere,torre-gombito,fontana-lantroe riapre anche il Castello di Malpaga con iniziative e appuntamenti da non perdere, per unire storia e divertimento. Tutte le domeniche pomeriggio e i festivi, per gli amanti dell’arte e della storia, il castello sarà aperto con visite guidate alle sale e ai numerosi affreschi presenti all’interno e all’esterno della corte, una testimonianza degli usi e dei costumi dell’epoca.
Per maggiori informazioni: www.castellomalpaga.it.

Una mostra sui sotterranei delle Mura

E’ aperta dal 25 Luglio al 30 Settembre presso la sala esposizioni del Museo di Scienze Naturali in Cittadella, grazie alla preziosa collaborazione del Direttore, Dot.ssa Anna Paganoni, la mostra di disegni di numerosi passaggi sotterranei delle Mura.  La mostra, unica del suo genere, comprende 68 grandi tavole di rilievi molto approfonditi sulla costruzione di sette postazioni cannoniere ipogee ed è allestita da Luca Dell’Olio, promotore e partecipante al recupero di questi siti. Domenica 2 Settembre, dalle ore 16,30, incontro con l’autore per spiegazioni e approfondimenti.
Presso la mostra, sarà inoltre possibile prenotare il volume “ Bergamo – Città Fortezza” comprendente copia delle tavole esposte e anche di altre interessanti pubblicazioni.

Bergamo dall’alto e Bergamo sotterranea

flyer bergamo_12929_109961.jpgDal 1° aprile al 30 settembre 2012 Bergamo potrà essere ammirata sia dall’alto, grazie all’apertura della terrazza panoramica della Torre di Gombito, che offre una delle più suggestive visioni del centro storico, che dall’interno delle sue poderose mura cinquecentesche. Oltre alla Torre di Gombito verranno infatti riaperte al pubblico le Cannoniere di San Giovanni e di San Michele con accesso dal viale delle Mura nonché la Fontana del Lantro in via della Boccola.
flyer bergamo_12929_109962.jpgPer informazioni contattare:
IAT Città Alta: via Gombito, 13 tel 035.242.226 – turismo@comune.bg.it
IAT Città Bassa c/o Urban Center: viale Papa Giovanni XXIII, 57 tel. 035.210.204 – turismo1@comune.bg.it