Un’altra perla si aggiunge alle precedenti…

150325 Lettera al direttore - Casirati- spese mura B
1) Il Comune non si fece carico di un milione e mezzo, semplicemente mise a bilancio, visto l’accordo con la Soprintendenza (vedi articoli precedenti) 250mila € ogni anno per la manutenzione; regola interrotta nel 2007 dall’amministrazione Bruni non già perchè lo Stato si prese cura ma perchè furono stanziati i fondi della legge Gibelli (291/2003 = 50 milioni per tutti i beni storici di cui 1.529.000 a Bergamo chiesti dai ns. parlamentari) e che furono usati (i cattivi dicono, per motivi elettorali) nel 2008/2009. Certo, negli anni ’70 il Genio Civile dovette intervenire più volte (per pericolo di crolli… e vorremmo proprio oggi evitare di arrivare a quella situazione) e il più delle volte con lavori che raccolsero molte critiche. Considerando però il lavoro di volontari (anche per ripulire diverse cannoniere), degli Alpini, di privati cittadini e tutti gli altri effettuati dal Comune (di cui pubblicheremo presto l’elenco), il bilancio ci dice che , come avvenne in tutta la storia, furono i bergamaschi a pagarsi almeno i due terzi delle spese. Tutti dovrebbero averlo capito che allo Stato delle nostre Mura….

Alcuni lavori citati, di quegli anni, furono oggetto di un articolo comparso nel bollettino “Cronache castellane” dell’Istituto Italiano dei Castelli del marzo 1981 che puoi scaricare : “I restauri delle Mura di Bergamo

Un’altra perla si aggiunge alle precedenti…ultima modifica: 2015-03-25T22:00:52+00:00da amicimura1a
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *